Disegno sperimentale, piani di screening (Corso base) 2 giornate

La progettazione di uno studio basato su esperimenti prevede di raccogliere informazioni in fasi successive, la prima delle quali è denominata “screening”.

Nella fase di screening, numerose variabili (almeno 5 o 6, ma non sono rari i casi nei quali l’analisi è estesa a 10 – 15) vengono studiate al fine di evidenziare e differenziare quelle per le quali è dimostrato un effetto sul sistema da quelle il cui effetto non si verifica oppure è considerato trascurabile. Le prime sono le candidate ad essere ulteriormente indagare in una fase successiva denominata “ottimizzazione”.

Poiché il numero totale degli esperimenti da effettuare per portare a compimento lo studio dipende dal numero di variabili esaminate, la fase di screening è di fondamentale importanza per ridurre il più possibile le prove da effettuare.

I disegni di screening sono stati progettati per permettere di ottenere informazioni su un numero elevato di variabili con un numero contenuto di esperimenti.

Questa caratteristica li rende particolarmente adatti anche alla progettazione di test di robustezza.

Il corso prevede una revisione del metodo DOE, della progettazione di uno studio mediante piani Fattoriali completi e dell’analisi dei dati. È incentrato sullo studio dei piani di screening Fattoriali frazionari, Plackett-Burman ed L-Design e presenta l’uso, per screening, del piano D-ottimale.

Sono previste lezioni teoriche ed esercitazioni su software MODDE Pro (Sartorius Stedim Data Analytics).

OBIETTIVI

Il corso ha l’obiettivo di approfondire la conoscenza delle caratteristiche e dell’uso dei piani di screening. Tali competenze sono di fondamentale importanza per effettuare una pianificazione efficiente di uno studio e per progettare opportunamente un test di robustezza.

DESTINATARI

Il corso è rivolto a ricercatori del settore R&D o della produzione che hanno la necessità di studiare sistemi potenzialmente influenzati da un numero elevato di variabili oppure che debbano valutare la robustezza di un sistema.

Per una proficua partecipazione, sono richieste conoscenze di base di disegno sperimentale.

Richiedi il corso

 

Programma del corso
Primo giorno
9:00 - 17:00 (E’ previsto un coffee break al mattino, uno il pomeriggio e un’ora per la pausa pranzo)

Revisione di alcuni elementi di base della metodologia DoE
  • organizzazione degli esperimenti secondo il metodo DoE
  • analisi dei dati
  • generazione del modello di regressione e sua interpretazione
  • ricerca delle soluzioni
Piani fattoriali completi
  • caratteristiche dei piani
  • quanto utilizzare i piani fattoriali completi in fase di screening

Azioni successive ad una fase di screening

Esercitazioni

Secondo giorno
9:00 - 16:00

Studio dei piani fattoriali frazionari

  • caratteristiche dei piani
  • generazione del modello di regressione e sua interpretazione
  • conseguenze del “confounding”
  • ricerca delle soluzioni
  • upgrade del piano: valutazione di coefficienti del secondo ordine, risoluzione di confounding, fold over

Esercitazioni
Studio di piani sperimentali D-ottimali Onion

  • caratteristiche dei piani
  • applicazione a problematiche di screening

Studio dei piani sperimentali Plackett-Burman

  • caratteristiche dei piani
  • esempi di applicazioni

Studio dei piani sperimentali L-design

  • caratteristiche dei piani
  • esempi di applicazioni

Esercitazioni

Latest news

Innovation Partner of the year

Innovation Partner of the year

We are very proud and happy to have been awarded by KNIME!

Read more...

Learning from a Scientist: Free webinars on LC Method Development

Learning from a Scientist: Free webinars on LC Method Development

LC method development is a challenging task, and a ever-new journey.
To move a step forward into your project, take the opportunity to learn from an experienced scientist: at the free webinars organized by ACD/Labs, James Hogbin draws upon 41 years of method-development experience to explain the distinction between separations and analytical methods, and how to plan for the latter following QbD principles.

Read more...

Perfetc Lab: migliorare la produttività in laboratorio

Perfetc Lab: migliorare la produttività in laboratorio

Come migliorare la produttività nei laboratori delle aziende Life Science: tre webinar gratuiti e in lingua italiana organizzati da Biovia-Dassault Systèmes, dedicati al settore chimico e bio-farmaceutico, food e di largo consumo.

Read more...

Subscribe to our newsletter!


 

S-IN Soluzioni Informatiche S.r.l. - via G. Ferrari, 14 - 36100 - Vicenza - Italy

E-mail: info@s-in.it - PEC: mail@pec.s-in.it - Tel. +39 0444 1821160 - Fax +39 0444 1821169

 C.F. & P.IVA IT02397280245 - Ufficio del Registro: Vicenza - REA: VI227844 - Capitale sociale € 100.000,00 i.v.

Privacy Policy